Inaugurazione del Centro Giamzé di Abruzzo con i Monaci del Il Monastero Tibetano

Venerdì 28, Sabato 29 e Domenica 30 Agosto 2020

Cari Amici! Vi aspettiamo per festeggiare l’inaugurazione del Centro Giamzé abruzzese – Il centro é aperto a tutti Interculturale e Interreligioso

“L’Evento si svolgerà all’aperto garantendo il massimo della sicurezza nel confronti del rischio Covid-19” 

PUJA DI FUOCO – MANDALA BUDDHA DELLA MEDICINA – INSEGNAMENTO E CONSIGLIO DEL MAESTRO E GUIDA Il VEN. GESHE LHARAMPA LOBSANG SHERAP SECON LA FILOSOFIA BUDDHISTA – CENA TIPICA TIBETANA E ABRUZZESE – DISOLUZIONE DEL MANDALA BUDDHA DELLA MEDICINA – 

“Dopo la dissoluzione, le sabbie saranno distribuite ai presenti in segno di buon auspicio”.

“Inoltre, regaleranno ai partecipanti che desiderano dei bracciali di protezione e benedizione personale”.


Venerdì 28 agosto Ore 12:00 – 19:30

Inaugurazione del CENTRO GIAMZE’ DI ABRUZZO

Programma:

  • Ore 12:00 – Puja di Fuoco (Preghiera di protezione per Covid-19)  In Montagna Presso STRA SP 51 Località Roiano
  • Ore 14:00 – Pranzo (facoltativo) Euro 15,00 Presso REFERTORIO MISERICORDIA Piazza della Misericordia, 05 Campli (TE) 64012 
  • Ore 16:00 – Rituale e Puja dell’Inizio del Mandala del Buddha della Medicina condotto dal Maestro e guida Il Ven. Geshe Lharampa Lobsang Sherap, Il Maestro residente del Il Monastero Tibetano, Il Ven. Geshe Lharampa Sonam Dorjee e i monaci Lama Choekyong e Lama Kelsang. Presso Sala Gianmario Sgattoni, Piazza, Piazza Vittorio Emanuele, 04 Campli (TE) 64012
  • Ore 19:30 Cena (facoltativo) Euro 15,00 Presso REFERTORIO MISERICORDIA Piazza della Misericordia, 05 Campli (TE) 64012

Sabato 29 Agosto Ore 10:00 – 22:30

  • Ore 10:00 – Rituali e continuazione del Mandala del Buddha della Medicina
  • Ore 14:00 – Pranzo (facoltativo) Euro 15,00 Presso REFERTORIO MISERICORDIA Piazza della Misericordia, 05 Campli (TE) 64012
  • Ore 17:30 – Insegnamento e consiglio del Maestro e guida Il Ven. Geshe Lharampa Lobsang Sherap. Tema “Come Uscire delle Nostre Preoccupazioni e Paure, secondo la Filosofia Buddhista”
  • Ore 18:45 Intervento del Maestro Danilo Di Pietro
  • Ore 19:00 – Intervento dal Sindaco Abruzzo Federico Agustinelli
  • Ore 19:30 Intervento del Prof. Roberto Ricci
  • Ore 20:00 – Cena (Euro 15,00) Presso REFERTORIO MISERICORDIA Piazza della Misericordia, 05 Campli (TE) 64012Come antipasto “MOMO (piato tipico Tibetano) a seguire la meravigliosa cucina Abruzzese (i suoi piati tipici) 

Domenica 30 Agosto Ore 11:00 

  • Dissoluzione del Mandala Buddha della Medicina vi ricordiamo che Dopo la dissoluzione, le sabbie saranno distribuite ai presenti in segno di buon auspicio. Presso Sala Gianmario Sgattoni, Piazza, Piazza Vittorio Emanuele, 04 Campli (TE) 64012
  • “Inoltre, regaleranno ai partecipanti che desiderano dei bracciali di protezione e benedizione personale”

Il Buddha della Medicina viene chiamato in tibetano Sanghs-rghie-sman-la (pr.: Sanghye Men La) dove Sanghye è il termine usato per indicare un Buddha, mentre Men La significa guaritore, medico, colui che guarisce. Uno degli impegni fondamentali presi dal Buddha della Medicina è stato quello di aiutare in modo preciso, senza nessun ordine di dubbio, tutte le persone che reciteranno il suo nome e seguiranno i suoi insegnamenti per la guarigione di se stessi e degli altri nel modo più completo. Lo Scopo del Mandala, la Puja di Preghiera, per chiedergli anche al Buddha della Medicina, la protezione e guarigione del Covid-

MANDALA: Letteralmente “contenitore dell’essenza”, il Mandala è una forma espressiva carica di richiami spirituali. La sua forma più comune, il cerchio, è un immagine di equilibrio, armonia, totalità, dove inizio e fine coincidono. E’ anche la proiezione della circolarità dell’esistenza, del ciclo della vita che non ha conclusione. Durante la creazione del Mandala, i monaci ne disegnano i contorni su un piano di legno e poi, con un lavoro di estrema concentrazione, lo ricoprono in ogni sua parte con sabbia finissima colorata, delineandone i minimi particolari. I colori usati, bianco, giallo, rosso, verde e blu rappresentano rispettivamente acqua, terra, fuoco, aria e spazio.
Il Mandala, realizzato con pazienza e precisione dai monaci tibetani, porta con sé un messaggio di benessere e pace ma dopo un po’ di tempo, proprio perché legato alla ciclicità delle cose, viene distrutto. La sabbia utilizzata per la sua realizzazione viene dispersa, per ricordare la caducità di ogni cosa e la fragilità della vita umana.


”Info /Centro Buddhista Tibetano di Abruzzo “Giamze’ Abruzzo” Tel. +39 338 4338 836 Miriam Di Carlo. o tel. +39 349 3342 719 Lama Kelsang


Centro Giamtzè di Roma e Abruzzo

༄དགའ་ལྡན་བྱང་རྩེ་དགྲ་྄ཚང་དང་ཨི་ཊ་ལི་རྒྱལ་ས་རོམ་བར་རྒྱལ་སྤྱིིའི་འབྲེལ་ལམ་ཟམ་པ་ལྟ་བུ་བྱམས་བརྩེ་བཞེས་ཆོས་ཚོགས་གསར་པ་ཞིག་༢༠༠༩་ནས་བཟུང་སྐྱར་བཟོ་གནང་སྟེ་ད་ཆ་མུ་འཐུས་ནས་སྐྱོང་བཞིན་ཡོད་འདུག་།།།

L’associazione Centro Giamtzè è stata costituita a Roma, nell’ottobre del 2009 e, il suo nome, che in italiano significa “amore e compassione”, è stato scelto direttamente da S.S. XIV° Dalai Lama e dall’abate del Gaden Jangtse Drazang Monastery (lignaggio Gelugpa) per diffondere la Filosofia Buddhista e preservare la Cultura Tibetana. Da oltre 20 anni il Maestro Geshe Lobsang Sherap, anche attraverso il decennale lavoro del Centro Giamze, continua a sostenere e a far conoscere in tutta Italia il predetto Monastero per progredire sul sentiero interreligioso e interculturale.

“GADEN JANGTSE DRATSANG” E “KHANGTSEN” 

CHIARIMENTO RELATIVO ALLE DUE DENOMINAZIONI

che spesso sono usate in modo inappropriato

GADEN JANGTSE DRATSANG è il Monastero principale (dratsang, infatti, significa proprio principalee ospita circa 2000 monaci.

E’ guidato da un Abate e da un gruppo di 15 Amministratori.

Il GADEN JANGTSE DRATSANG è organizzato in 12 piccoli gruppi chiamati  KHANGTSEN; ad es. vi è il gruppo KHANGTSEN Konpo, il gruppo KHANGTSEN Tsawa, il gruppo KHANGTSEN Samlo, il gruppo KHANGTSEN Tehor,  il gruppo KHANGTSEN Phara etc.etc.

Le spese che il Monastero principale deve sostenere sono notevoli perchè ai monaci vengono forniti oltre ai pasti giornalieri, i vestiti, le medicine, i libri necessari per lo studio e una piccola offerta annuale.

Proprio per aiutare il Monastero principale a sostenere le spese, il Maestro Ghesce Lharampa Lobsang Sherap ha organizzato negli anni 2005 e 2008 un tour di Monaci in Europa al fine di raccogliere fondi.

Il nostro Maestro Ghesce Lharampa Lobsang Sherap è arrivato in Italia (maggio 1998) a seguito dell’invito del Ven. Ghesce Lharampa Sonam Giang Ciub, Maestro residente del Centro Buddhista Magliana Vecchia a Roma. A sua volta il Ven. Ghesce Lharampa Sonam Giang Ciub, nel 1985, era stato inviato in Italia dal Maestro principale di Sua Santità Ling Rimpoche. 

Il nostro Maestro Ghesce Lharampa Lobsang Sherap e Ghesce Lharampa Sonam Giang Ciub si sono sempre impegnati per sostenere e aiutare il Monastero GADEN JANGTSE DRATSANG.

Il Centro Giamzé di Roma è stato istituito a Roma per mantenere un forte legame e creare un solido ponte con il Monastero di GADEN JANGTSE DRATSANG

In questi anni ha organizzato alcuni eventi relativi alla cultura tibetana con conferenze, musica, dibattiti e mostre di mandala di sabbia.

”Info /Centro Buddhista Tibetano +39 349 3342 719 Lama Kelsang